‘La vita possibile’ alternativa a un marito violento

laitapossibileLa vita possibile è un film sulla speranza, sulla forza delle donne, sulla capacità di nascere e rinascere ancora. Anna e suo figlio Valerio scappano da un uomo che ha demolito l’amore con le sue mani, che ha reso suo figlio un ragazzo chiuso, fragile, pieno di risentimento. Un giorno Valerio (Andrea Pittorino), il figlio tredicenne, entrando a casa assiste a un’aggressione del padre. Da quel giorno, Anna scappa a Torino dall’amica Carla (Valeria Golino) per cercare di mettersi alle spalle quel passato drammatico. Il regista Ivano De Matteo dice: “La vita possibile esiste, la via d’uscita c’e’. Ribellarsi e’ non solo necessario, ma anche doveroso. La possibilita’ e’ quella di trovare una folle e dolce amica che ti aiuta, una casa anche se piccola che ti accoglie, un lavoro, seppur duro, che ti sostiene. Un futuro. Magari ancora amore. Anna e Valerio lo sanno, sono convinti di poter tornare a vivere e lo vogliono con tutte le forze”.
vitapossibile
Carla avrà il ruolo di portare serenità e leggerezza nella vita difficile di Anna e Valerio, riuscendo a sdrammatizzare la loro situazione. Il più spaesato inizialmente è il figlio di Adria, che viene sradicato all’improvviso dalle proprie amicizie – scolastiche e non – e dalle proprie abitudini. Molto belle ed espressive sono le sequenze del viaggio verso Torino, su un treno che corre veloce verso una nuova città e una nuova casa. Dopo La bella gente, Gli equilibristi e I nostri ragazzi, Ivano De Matteo torna a raccontare una famiglia italiana di oggi scegliendo l’ambiente borghese che conosce a fondo e che fa da cartina di tornasole della crisi economica e sociale in corso nel nostro Paese.
la-vita-possibile-evidenza
La sua attenzione è sempre per i più fragili: in questo caso Anna, vittima di un prepotente manesco, Valerio, esposto all’isolamento e alla paura, e Carla che, pur essendo caratterialmente ottimista, si ritiene un fallimento nel lavoro e nella vita poiché non ha costruito né una famiglia né una carriera. In particolare la parabola di Valerio è la ricerca di un’identità maschile della quale non doversi vergognare, passando attraverso le pietre miliari del percorso di crescita di un ragazzo italiano: il calcio, il sesso, la bicicletta. Cast: Margherita Buy: Adria; Valeria Golino: Carla; Andrea Pittorino: Valerio; Caterina Shulha: Larissa; Bruno Todeschini: Mathieu. Il film è stato distribuito il 22 settembre 2016 da Teodora Film.

I commenti sono chiusi.