Dall’Australia all’India per ritrovare casa: ”Lion”

Lion-1-e1477000122301”Lion – La strada verso casa” è una pellicola del 2016 con la regia di Garth Davis. Il film si basa sul libro di memorie ‘La lunga strada per tornare a casa’, e narra la vera storia di Saroo Brierley, interpretato dal bravo Dev Patel, già ammirato in ”The Millionaire” e ”L’uomo che vide l’infinito”. Saroo è un bambino piccolo quando si ritrova solo dentro un treno diretto verso il Bengala, migliaia di chilometri più a est. Sarà l’inizio di un calvario che deve essere stato sicuramente epico nella realtà del vero Saroo Brierley, cognome ricevuto dai suoi genitori adottivi australiani, tanto che l’ha narrata nel suo libro ‘A Long Way Home’. Saroo ha cinqua anni appena, vive in una capanna in un piccolo paesino indiano insieme alla madre, al fratello maggiore e alla sorella più piccola. Sono poveri, poverissimi, eppure non perdono mai il sorriso ne’ la gioia di vivere. Tutto cambia quando il bimbo, per errore, si ritrova su un treno che lo porta a 1400 km da casa. A Calcutta, dove parlano persino un’altra lingua. Lui non conosce il vero nome del proprio villaggio, non può e non sa tornare a casa.
lion-dev-patel
Ai pericoli della metropoli notturna e agli inganni di quella diurna riesce sempre a sfuggire con intelligenza, ma le autorità indiane lo trovano e decidono di darlo in adozione. Una ricca coppia australiana – i coniugi Brierley, interpretati da Nicole Kidman e David Wenham – lo adotta: Saroo si trasferisce in Tasmania, meravigliosa isola dell’Australia del Sud dove si parla un’altra lingua, dove si vive un’altra vita, insomma dove la ricchezza gli concede tutt’altro futuro. Saroo cresce e diventa un uomo di talento, pieno di aspirazioni, ma povero delle sue radici. Ed è qui che entra in ballo il sangue ed il cuore, ed il ritmo del luogo da cui proveniamo, che forse non smette mai di suonare la sua musica per ricordarci chi siamo. Per una serie di coincidenze, Saroo si trova a riflettere sulle sue origini e conosce la bellissima ed intelligente Lucy (Rooney Mara). Grazie a qualche piccolo aiuto tecnologico, il giovane intraprende una ricerca letteralmente geografica (con l’ausilio di Google Earth e calcoli matematici basati sulla velocità dei treni di Calcutta) per ritrovare la sua famiglia.
lion-dev-patel-rooney-mara-2
Si tratta di un’epopea meravigliosa, un viaggio avventuroso tra India e Australia e che riesce a dare un nuovo senso alla parola ‘famiglia’. Per tutta la sua vita Sue e John saranno un’amorevole coppia di genitori, ma a un certo punto qualcosa scatta in Saroo e l’impellenza di ritrovare la mamma e il fratello è troppo forte. La sua vita esce improvvisamente dai binari, lascia Lucy, la sua ragazza, allenta i contatti con i genitori a cui non vuole parlare del progetto per paura di ferirli.
lff-lion-nicole-kidman-dev-patel-003-1000x600
Dopo molte ricerche Saroo riesce ad identificare il suo villaggio di origine e parte alla volta dell’India per trovare finalmente una risposta alle sue domande e ritrovare la pace. In Australia Saroo è cresciuto, si è diplomato e ha trovato l’amore. E tuttavia, pur avendo disimparato l’hindi e dimenticato il nome del suo Paese, non ha mai dimenticato suo fratello, sua madre e la sua casa. Il richiamo del proprio passato si fa sempre più forte in lui fino a diventare un’ossessione; la sensazione che la sua famiglia non si dia pace per la sua scomparsa lo tormenta giorno e notte e lo costringe a una lunga ricerca della propria origine.

credits to: sentieriselvaggi.it, vertigo24.net, pianetadonna.it, ondacinema.it, awardswatch, ramascreen

Precedente Polignano a Mare rivive in 'La Cena di Natale' Successivo Il declino causato dal dolore: 'Collateral Beauty'